Pubblicato 
lunedì, 20 Settembre 2021
Marialuisa La Pietra

Ascanio Celestini al Romaeuropa Festival con Museo Pasolini

In occasione di Romaeuropa Festival, l’attore, regista e autore teatrale Ascanio Celestini presenterà, l'1 e il 2 novembre 2021, il "Museo Pasolini" alla Sala Sinopoli dell’Auditorium Parco della Musica, un omaggio allo scrittore che delineò un ritratto dettagliato della storia italiana dalla fine del fascismo alla metà degli anni 70.

Il Museo Pasolini infatti è un museo immaginato attraverso le testimonianze di chi l’ha conosciuto: uno scrittore, uno storico, uno psicanalista, un lettore, un criminologo ed un testimone.

Un ipotetico Museo Pasolini

L'idea di Ascanio Celestini è di ricostruire quella storia raccontata da Pasolini attraverso la raccolta di cimeli, storici, artistici, sentimentali, per strutturare narrativamente un ipotetico Museo Pasolini, ponendo a chi lo ha conosciuto, studiato, indagato e al pubblico le stesse domande: qual è il pezzo forte del Museo Pasolini? Quale oggetto dobbiamo cercare? Quale oggetto dovremmo impegnarci ad acquisire da una collezione privata o pubblica, recuperarlo da qualche magazzino, discarica, biblioteca o ufficio degli oggetti smarriti? Cosa siamo tenuti a fare per conservarlo? Cosa possiamo comunicare attraverso di lui? E infine: in quale modo dobbiamo esporlo? 

Chi è Ascanio Celestini

Reputato uno dei più importanti rappresentanti del nuovo teatro di narrazione, gli spettacoli di Ascanio Celestini sono frutto di lavori di ricerca per dare forma a store narrate in cui l’attore-autore abbia il ruolo di “filtro” tra gli spettatori e i protagonisti.

Tra i suoi spettacoli si possono ricordare: Cicoria. In fondo al mondo, Pasolini (1998); Radio clandestina (2000); Fabbrica (2002); Scemo di guerra. Roma, 4 giugno 1944 (2004); La pecora nera. Elogio funebre del manicomio elettrico (2005); Live. Appunti per un film sulla lotta di classe (2006); Il razzismo è una brutta storia (2009); Pro patria (2012); Discorsi alla nazione (2013).

Nel 2007, inoltre, ha girato il documentario Parole sante, incentrato sul tema del lavoro precario, e contemporaneamente è uscito con lo stesso titolo il suo primo album di canzoni. Risale al 2010, invece, la realizzazione del primo lungometraggio. Di recente ha pubblicato la raccolta di racconti Io cammino in fila indiana (2011), Pro patria (2012), Un anarchico in corsia d’emergenza (con M.L. Gargiulo, 2015) e Barzellette (2019).

Informazioni sull'evento

Quando

1 e 2 novembre 2021

Orari

21.00

Dove

Auditorium Parco della Musica / Sala Sinopoli, Roma

Prezzo

Ticket da 18 euro, acquistabile su Vivaticket

Contatti e informazioni

Sito ufficiale

Fonte foto: Romaeuropa

Seguici su Google News
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram