Pubblicato 
martedì, 13 Luglio 2021
Marialuisa La Pietra

MAXXI di Roma, mostra su Giacomo Balla e visite alla casa

In occasione dei 150 anni dalla nascita dell’artista Giacomo Balla, Il MAXXI ( Museo Nazionale delle arti del XXI secolo) di Roma celebra il grande maestro aprendo per la prima volta al pubblico, fino al 21 novembre 2021, la sua casa futurista in Via Oslavia e presentando una mostra al museo sulle sue opere originali, disegni, bozzetti, arazzi e arredi,  provenienti da collezioni private e originariamente parte di Casa Balla, che dialogano con 8 nuove produzioni realizzate per l’occasione da una selezione di artisti, architetti e designer contemporanei. 

Apre al pubblico la casa di Giacomo Balla

L’appartamento di Giacomo Balla, dopo un lungo e attento lavoro di restauro, ricognizione, studio e messa in sicurezza dei beni curato dal MAXXI e dalla Soprintendenza Speciale di Roma, apre per la prima volta al pubblico mostrando l’universo caleidoscopico e sperimentale della personalità artistica del maestro futurista che proprio nella casa in via Oslavi 39b (quartiere Prati-Delle Vittorie di Roma) visse con la moglie Elisa e le due figlie Luce ed Elica.

All’ingresso della casa i visitatori troveranno la targhetta-firma “FuturBalla” che invita gli ospiti a scoprire la casa-universo dell’artista passando tra le varie stanze fino ad arrivare al soggiorno, dove  è presentata la versione italiana del docufilm "Balla et le Futurisme" di Jack Clemente, Leone d’oro nel 1972 alla Biennale del Cinema di Venezia, per proseguire poi verso il celebre Studiolo rosso e le stanze di Luce ed Elica, fino alla cucina e alla suggestiva stanza da bagno.

Mostra su Giacomo Balla: il percorso espositivo

Il percorso espositivo inizia nella hall del museo con l’ipnotica installazione The Strokes (Surround Sound) di Jim Lambie con 2 ascensori che conducono il visitatore verso la Galleria 5 e prosegue con l’opera Composizioni tipografiche di Leonardo Sonnoli, che reinterpreta 5 parole e concetti cari a Balla (non vedere doppio, non dirlo, tik tak, universo, modificante).

Si lascia spazio poi alla proiezione del film La grotta del futuro anteriore di Bêka e Lemoine, realizzato in presenza nella casa di via Oslavia, che introduce gli ospiti nell’universo del Maestro futurista, così come l’opera d’arte totale Come la luna si vede a volte in pieno giorno di Alex Cecchetti, che unisce danza, musica, performance e moda invitando il pubblico a danzare.

Una parte della mostra viene dedicata alla quotidianità dell’artista. Con le 3 sculture di legno, bronzo e specchio, ognuna intitolata Notturno di Emiliano Maggi, si rimanda all’interesse di Balla per la dimensione onirica e immaginifica del sonno e della notte.

Il corpo di fotografie Senza titolo di Carlo Benvenuto, invece, crea un’atmosfera rarefatta ritraendo oggetti domestici provenienti dalla Casa Balla ed evocandone quindi la quotidianità.

Il grande tavolo The Communal Table di Cassina con Patricia Urquiola, prende ispirazione dalle asimmetrie e dai tagli diagonali dei mobili di Balla ed è realizzato con basi in policarbonato trasparente colorato per enfatizzare quelle compenetrazioni iridescenti care al maestro. 

Infine, la mostra si conclude con la versione filmica del lavoro digitale Camera Balla di Space Popular, che presenta una ricostruzione virtuale di Casa Balla progettata senza averne mai visto lo spazio fisico, ma solo attraverso le suggestioni dei racconti e delle immagini.

Informazioni sull’evento

Quando

Fino al 21 novembre 2021. La Casa Balla è aperta al pubblico solo nei weekend con prenotazione obbligatoria

Dove

Casa Balla, Via Oslavia 39b e Museo Maxii, Via Guido Reni, 4a, 00196, Roma

Orari

Da martedì a domenica h 11 – 19 . La biglietteria è aperta fino a un’ora prima della chiusura del Museo

Prezzi

Contatti

Sito ufficiale del Museo MAXII | 06.320.19.54 | info@fondazionemaxxi.it

Fonte foto: Rivistastudio

Seguici su Google News
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram