Pubblicato 
mercoledì, 15 Dicembre 2021
Fabiana Bianchi

Annullato il Concertone di Capodanno a Roma al Circo Massimo: troppo rischioso

Dopo tante esitazioni e l'attesa di valutare come sarebbe andato l'andamento dei contagi da Covid, è stata presa una decisione a Roma: il Concertone di Capodanno 2022 previsto al Circo Massimo non si farà.

La location era stata già decisa e si conoscevano anche alcuni nomi di artisti che avrebbero partecipato volentieri, ma il sindaco Gualtieri voleva attendere ancora qualche giorno prima di dare l'ufficialità, anche se sembrava tutto praticamente deciso.

Eppure, giustamente, il timore di contribuire all'aumento dei contagi ha prevalso, considerato il fatto che in Italia ogni giorno il numero di positivi aumenta.

Tutelare la salute prima di tutto

Lo scopo primario delle Istituzioni, attualmente, deve essere quello di tutelare la salute della popolazione, ecco perché il concertone non si farà. Il rischio è di aggravare la situazione e di peggiorare la curva dei casi Covid che già sale.

Non si può, però, mettere in secondo piano la salute dei cittadini e dei turisti eventualmente presenti, anche se significa perdere un'occasione che poteva risultare di ripresa.

Coez e Tommaso Paradiso tra gli ospiti

Oltre a Coez e a Tommaso Paradiso, ex leader dei Thegiornalisti, avevano accettato di salire sul palco anche Clemente Zard e Blanco, nonostante il poco preavviso.

La loro musica avrebbe avuto un grande successo perché si tratta di artisti molto amati dagli italiani, ma purtroppo bisognerà attendere altre occasioni per ascoltarli dal vivo.

Bisogna pensare, però, che proprio per questi motivi, il pubblico avrebbe avuto la tentazione di ballare molto, naturalmente, e nonostante i posti a sedere, ci sarebbe stato il rischio di assembramenti non desiderati e di annullamento totale della distanza interpersonale.

Il costo del Concertone

Per organizzare il Concertone sarebbero stati investiti circa 1,5 milioni di euro e per un numero molto ridotto di persone rispetto agli altri anni. Sarebbe stata una spesa forse eccessiva per un evento che certo sarebbe stato importante simbolicamente, ma evidentemente avrebbe comportato troppi rischi.

Seguici su Google News
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram